12. p. 240

p. 240, Emanuele Secco, 2014
p. 240, Emanuele Secco, 2014

 

Sei così ossessionato dal tuo lavoro che ti sei messo davvero un ordine a ciò che scrivi?
Perché?
Guarda: hai numerato a mano ben 240 (sì, duecentoquaranta) pagine.
Già.
E l’hai fatto per ogni taccuino?
Certo. E allora?
No, niente. Così.

Quando si arriva all’ultima pagina di un taccuino si viene invasi da un’ansia mai provata. Hai paura di non riuscire a farci stare tutto quello che hai da dire. È troppo corta, troppo stretta.
Cristo, ma perché devo sempre ridurmi ad arrivare all’ultima pagina con un mondo di cose da dire…
I cari scrittori al computer non ne hanno di questi problemi. Per loro non ci sono limiti, al massimo solo di gigabyte; sì, per quanto possa pesare un file di testo.
Provate a mettervi nei miei panni: ho un po’ di cose da scrivere e solo una pagina per farlo.
«Scemo, passa al taccuino nuovo!»
Certo. Come se in un romanzo a più volumi trovassimo la prima pagina di capitolo 20 in un volume e le restanti nel successivo.
Ecco, allora, che la grafia comincia a stringersi. Quasi nessuno spazio. Ci deve stare tutto, quindi sii breve. Stringi quella dannata interlinea, su!

Nel mio caso, pagina 240 è come la camera 237 per Danny Torrance: malvagia e sempre più vicina. Per affrontarla e portarla a termine ci vuole uno sforzo mica da ridere.
Però quando l’hai finita ti senti libero. Rileggi quanto hai scritto, chiudi il taccuino e lo riponi nello scaffale, in riga con tutti gli altri. Bello, eh?!
È come se…

OPS! Pagina finita.

E.

Annunci

Il tuo Punctum

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...