27. Night Club

Night Club, Emanuele Secco, 2015
Night Club, Emanuele Secco, 2015

Caffè liscio e brioche. La mia colazione ogni mattina. Un po’ banale, ma a volte la banalità può essere di grande conforto. Nel mio caso è così.
Qualche morso, masticazione lenta, sapore di marmellata ai frutti di bosco, un sorso veloce dalla tazzina. Pago alla cassa, un ultimo saluto al barista e la giornata può finire. Fino alle quattro di pomeriggio non ci sono per nessuno. Destinazione: letto, riposo.
Salgo sul taxi, ingrano la prima e addio mondo. Per qualche ora dovrete fare a meno di me.
Sono il tassista del Night Club. No, le maiuscole non sono casuali. Il fatto è che quello in cui lavoro è l’unico in città degno di questo nome. Lo conoscono tutti, cittadini e viaggiatori. Se sei una personalità di un certo rilievo, allora non puoi fare a meno di fare un giro da noi. Abbiamo le migliori donne, i migliori uomini, il miglior alcool. E il tutto al miglior (maggior) prezzo possibile.
Diciamolo: il Night Club è un’istituzione. Esserci stato almeno una volta aiuta a ingranare nello status symbol. Essere un habitué vuol dire potere. È un po’ come fare carriera: più mostri i tuoi peccati, più conosci quelli degli altri, e più potere potrai esercitare in futuro sui compagni di gozzoviglio notturno. Più spendi e più sei in vista. È così da sempre.

Già, ma cosa faccio io. Ho già detto di essere un tassista, certo. Tuttavia, non sono un tassista qualsiasi. Non devo far capo a nessuna centrale, a nessun capo rompicoglioni.
Verso una certa ora il padrone del Night Club mi avvisa che un cliente è pronto per andare in albergo. Salgo in macchina e rimango in attesa di fronte all’ingresso. Finalmente eccoli: il cliente e la sua dolce compagnia affittata a peso d’oro.
Il viaggio è breve ma intenso. Di solito la dolce compagnia comincia già a darsi da fare. Ogni tanto butto un’occhio, ma senza aprire bocca. Anche perché non ci sarebbe niente da dire di fronte all’ennesima mano rugosa infilata tra un bel paio di cosce, o al solito pompino che lascia presagire una nottata di fuoco. E, arrivati a questo punto, lasciatemi dire una cosa: donne, smettetela di puntare quel dito. Se vi dicessi quanti fior fior di imprenditrici e ministre ho accompagnato all’albergo, e sempre in buona compagnia, il femminismo latente che alberga in ognuna di voi cadrebbe all’istante. Purtroppo, sotto un certo punto di vista, uomini e donne sono uguali: il sesso è il loro modo per mostrare il grande potere che hanno tra le mani. E, soprattutto le clienti donne, di grossi affari tra le mani se ne intendono.
L’ultima tappa è l’arrivo in albergo. Situato in pieno centro città, più precisamente nella piazza centrale, il Luxury Hotel è un angolo di paradiso della carne. Visibili dalle sue finestre, i più importanti monumenti dell’intero Stato, compresa la nostra rinomata cattedrale, fanno da scenografia a quanto di più segreto e perverso un uomo di successo, o un politico, possa dare vita.
E così un continuo, di notte in notte. Locale, albergo e ritorno. E via ancora per un’altra corsa fino all’ora di colazione.
Può sembrare monotono come lavoro, e capisco il vostro punto di vista. Ciononostante posso dire di aver stretto un buon rapporto con tutto il personale del night. Ogni notte è solo un’attesa per i raccontoni che ascolterò il giorno dopo.

Sono anche molto benvoluto. Non si direbbe, ma nonostante tutta la cittadinanza mi conosca per via del mio lavoro, non ho mai avuto grossi problemi. Posso dire di godere di un certo rispetto da parte di tutti. Tutto ciò è dovuto a un’apparente inezia: ricorda che quello che ho scarrozzato ieri sera potresti essere tu; se fai lo stronzo con me oggi, oggi stesso ne pagherai le conseguenze.
Quanto essere un tassista può portare al potere? Be’, essere quello del Night Club aiuta. E molto, anche.

E.

Annunci

Il tuo Punctum

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...