57. Courtyard

Courtyard, Emanuele Secco, 2015
Courtyard, Emanuele Secco, 2015

 

 

C’è un luogo perfetto per ogni evenienza. Questo non è da meno.
Mura tutt’attorno. Tombini esalanti colonne di vapore mefitico. Cicche calpestate sulle mattonelle umide di sporcizia. Solo un quadrato di cielo plumbeo.
Sopra solo qualche stanza d’albergo. Niente curiosi: in questa zona della città è molto meglio tenere solo agli affari propri. Nulla da temere.
Nel retrobottega tutto sarà al sicuro. Fino a domani i pensieri li lascerò qui, riposti tra le cassette di acqua minerale e lattuga ammuffita. Chissà che qualche strana malattia non li faccia germogliare in qualcosa di migliore. In caso contrario meglio che muoiano in fretta, lo spazio tra le sinapsi non è qualcosa che si può buttare. Occorre sempre operare una selezione.

E.

Annunci

Il tuo Punctum

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...