81. Bussola

Bussola, Emanuele Secco, 2016
Bussola, Emanuele Secco, 2016

 

Direzione pt. 1 – Bussola

 

La bussola che portava al collo indicava, perenne, il nord. Un regalo di suo fratello, in occasione del primo grande scoglio affrontato. Grande fatica, ma c’era riuscito.
Imperterrito aveva deciso di proseguire verso il mare oltre lo scoglio. Anche questa volta ce la fece. Un prezzo in enormi sacrifici, una vita sociale per lo più assente, rapporti che sbiadiscono nel grigio nebbia. Era riuscito in quanto, fino a pochi mesi prima, gli era sembrato impossibile.

Ora se ne stava seduto. Lontano.
Dove, non sapeva.
Nessun appiglio per una direzione.
Nessun punto di orientamento, se non quel nord perenne.
E dire che una volta tutti lo elogiavano per il suo orientamento. Anzi, una volta arrivò a fingere il contrario. Fu durante un’esposizione universale, alla quale era riuscito a recarsi imbucandosi in un’assemblea nazionale di non si ricordava quale organizzazione. Senza pensarci due volte aveva nascosto ogni segno che poteva comprometterlo, dispiegò la mappa e cominciò a guardarsi intorno come qualcuno che si fosse appena perduto. Le guardie non badarono a lui, impegnate com’erano a bloccare la strada a quanti, dell’assemblea, non importava un fico secco.

Ora se ne stava seduto. Lontano.
Troppo stanco per procedere.
Nessuna idea che potesse trasformarsi in certezza.
Nemmeno un’ombra che potesse proteggerlo dai raggi dell’insicurezza.
Solo il nord perpetuo, che però non poteva aiutarlo: era stato lui a posizionare l’ago della bussola. Nessun magnetismo indicava la rotta.

Ben presto il terreno si ricoprì di polvere. Qualche crepa enfatizzò la mancanza d’acqua.
Era così spossato.
Aveva passato così tanto tempo in cerca della strada, così tanto tempo a prepararla, da riuscire infine a perderla di vista.
È come quando cerchi di ricordare qualcosa che senti avere sulla punta della lingua. Lo sforzo è così possente da annebbiare la mira.
Forse solo abbandonandosi sarebbe riuscito a uscire da quell’infinito polveroso.

Si sedette.
In silenzio, decise di attendere.

(continua…)

 

E.

 

*Direzione è anche: pt.2, Mappapt. 3, Orientamento, pt. 4, Direzione.
Annunci

5 pensieri su “81. Bussola

  1. Giuro che sto piangendo.
    Vedo te mentre lo scrivi, vedo me stessa mentre lo leggo e mentre scrivo la stessa cosa. A chilometri di distanza, ma le parole sono le stesse. Il pensiero è lo stesso.
    Non aggiungerò altro perché non so cosa dire. Questo punctum mi ha davvero emozionata.

    Liked by 1 persona

Il tuo Punctum

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...