108. Casa

Per una lettura ottimale, si ascolti il brano musicale.

 

 

Casa 1, Emanuele Secco, 2016
Casa 1, Emanuele Secco, 2016

 

Casa.
Dove sei nato.
Dove hai mosso i primi passi, conosciuto un mondo a colori. Coperte calde ti proteggono dai brutti sogni.
I primi suoni. Note che compongono un elementare repertorio.

Casa.
Dove torni quando la neve ha coperto tutte le strade. Tepore estero, nincs probléma.
Apri la porta e ti lasci alle spalle luoghi sconosciuti, strani, eppure così familiari.
È dove, seduto sul terrazzo, pensi al primo amore.

Casa.
Dove torni dopo aver giocato tutto il giorno per le strade di paese. Pallone, fucile a pallini, e via in bicicletta per raggiungere gli amici. 500 lire per un pezzo di pizza giù al forno.
Questa sì che è vita.

Casa.
Dove ti trovi spaesato. Un altro cambiamento. Riavvolgi il nastro, cerchi nuovi amici.
Dove ti appassioni a quella musica lontana. Primi strimpellìi. Calli alle dita. Sogni di grandezza.

Casa.
Non è poi molto lontana.
È dove ingolli rospi. Dove ti ritrovi in mezzo a liti. Dove passi da un’amicizia all’altra.
È dove trovi l’amore. Lo coltivi. Cresci in due.
È dove raggiungi i tuoi traguardi. Inseguiti per anni, sudati fino allo stremo e, proprio per questo, più dolci che mai.
È dove ritrovi la fiducia negli altri. Qualche cena, un viaggio. Senza fretta, perché questa volta ne vale davvero la pena.

Sognare le case in cui ho speso la mia vita. Succede spesso. Ricordi misti a fantasie.
Essere affezionato a ognuna di esse. Sorrisi e pianti. Cornici colme di immagini di un neonato, un bambino, un ragazzo, un adulto.
E il pensiero va subito a quella che potrebbe essere una nuova uscita. Ancora cambiamenti, ma è giusto così.

Casa.
È un progetto. Una fantasia. Un desiderio.
È dove riponi ogni tua speranza, ogni risparmio, ogni previsione.
Una promessa di futuro. Vicino come non mai.

 

Casa 2, Emanuele Secco, 2016
Casa 2, Emanuele Secco, 2016

 

«Oh non rien de rien
Oh non je ne regrette rien
Wenn ich ihre Haut verließ
Der Frühling blutet in Paris.»

Rammstein – Frühling in Paris

 

E.

Annunci

Il tuo Punctum

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...